Il Chitarreto LAB

Il “Chitarreto dei jazzemani” nasce da un’idea del chitarrista e compositore Roberto Zechini. Ricercatore musicale (chitarrista, concertista e compositore, autore di dischi, colonne sonore, ecc. www.robertozechini.it), didatta e divulgatore del linguaggio dell’improvvisazione, Zechini realizza un laboratorio permanente di studio e di ricerca per chitarristi improvvisatori.
Accoglie e raggruppa molti giovani musicisti incontrati durante le sue più disparate esperienze didattiche in una vera e propria ensemble aperta e modulare, con cui sperimentare la scrittura, l’arrangiamento e l’esecuzione di musica per chitarre. La formazione è accompagnata dalla ritmica “basso e batteria” (lo stesso Zechini, oltre a comporre ed arrangiare, dirige e suona nel gruppo). Il repertorio varia dalla musica originale appositamente scritta alla tradizione delle formazioni “storiche” chitarristiche internazionali, dagli arrangiamenti degli standards fino ai duo e ai trio della letteratura jazzistica. Il workshop si conclude con un concerto dal vivo.
Il “Chitarreto” (detto anche “dei jazzemani”) ha già svolto molti concerti e ha raccolto riconoscimenti e recensioni. E’ uscito per RaRa records un primo lavoro discografico del Chitarreto. (Roberto Zechini – Il Chitarreto, RaRa records, 2016).

Roberto Zechini

“Chitarrista e compositore, didatta, artista eclettico e inquieto, contaminato, libero, senza limitazioni, irriducibile e anarchico, curioso; dalla formazione eclettica (Chitarra jazz con G. Fewell; Chitarra jazz con F. Zeppetella e Tecniche d’improvvisazione con R. Ciammarughi; Arrangiamento jazz in Conservatorio; Laurea in Lingua e letteratura russa presso l’Università di S. Pietroburgo e presso quella di Macerata; triennio di studi di estetica filosofica tenuti con il filosofo Giorgio Agamben, ecc.) Zechini è sostanzialmente un compositore-viaggiatore e ha delegato all’incontro e all’inatteso ogni possibile epifania. E’ un “contaminatore” (un suo paper internazionale pubblicato in Sud Africa nel 2012 si intitola “Contamination”). Ha fondato un laboratorio-orchestra per chitarristi “Il chitarreto” con cui sperimenta la scrittura e le tecniche d’improvvisazione con più di 40 chitarristi-allievi provenienti da diverse parti d’Italia”.
(Da una recensione del musicologo Emanuele Franceschetti)

PRE-ISCRIZIONE ONLINE


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/03 - informativa sulla privacy